logo

Vivere da selfpublisher: come? A Roma due giorni di workshop con Gino Roncaglia e Mauro Sandrini

Scritto da Redazione on . Postato in Autopubblicazione, Editori, Eventi

Si può vivere da selfpublisher? E come?

L’iniziativa “Caro futuro ti scrivo” in programma per il 7 e 8 febbraio prossimi a Roma si propone di affrontare e sciogliere alcuni nodi legati al tema. Ecco il testo del comunicato stampa inviato dagli organizzatori.

Scrivere per lavorare, lavorare per vivere è il titolo del manifesto scritto da Mauro Sandrini per spiegare come è possibile trovare lavoro sfruttando la propria passione per la scrittura nonostante i cambiamenti sospinti dalla crisi, o forse proprio grazie a quelli. Mauro Sandrini affronterà con Gino Roncaglia i temi legati alla scrittura e al lavoro culturale a Roma, venerdì 7 alle 17,00 presso il Caffè Letterario di via Ostiense, 95. La partecipazione all’incontro è gratuita.

La conversazione è parte di Caro futuro ti scrivo, un serie di incontri per i professionisti della scrittura organizzati dalla Self Publishing School che si terranno a Roma il 7 e 8 febbraio sempre al Caffè Letterario. Costi e modalità di partecipazione al workshop a pagamento sono disponibili sul sito della Self Publishing School. (www.selfpublishingschool.it)

Secondo Mauro Sandrini i tre ingredienti che possono cambiare il mondo a partire dalla scrittura sono: il know how, la determinazione e la passione. E proprio partendo da questi tre semplici elementi i due guru spiegheranno come è possibile occupare gli spazi che si sono aperti con la crisi. L’editoria non è più in grado di garantire il lavoro a chi ce l’aveva e ancor meno di offrire prospettive a chi vi si affaccia. Questa è un dato di fatto. Ma, sostiene Sandrini, ci sono altre possibilità per chi non rinuncia alla propria passione, al proprio talento. La ragione è solo una: la scrittura è il mezzo che accompagna e permette l’evoluzione sociale in ogni passaggio, sopratutto in quelli più difficili. Da cinquecento anni in qua – ovvero da quando esiste la stampa – ogni rivoluzione è avvenuta grazie alla diffusione di tanti piccoli e preziosi fogli, pamphlet e manifesti che hanno permesso la diffusione delle idee e l’aggregazione delle comunità tramite lo scrivere. E oggi è importante far parte di una comunità, e quando non c’è va ricostruita. Non è più il tempo degli scrittori che stanno chiusi nel loro stanzino in attesa che qualcuno si accorga di loro e li incensi. La scrittura oggi resuscita solo se scende nelle strade, nelle piazze, e si sporca le mani con i fornai, i contadini, i barbieri e gli architetti disoccupati. Se, insieme con loro, ne racconta le imprese e trasforma la loro e la nostra realtà senza dogmi. Perché oggi la parola scritta è più efficace dei fucili per fare la “rivoluzione”.  E gli strumenti, afferma Sandrini, per fare tutto ciò ci sono; si può iniziare online, è più facile, ma poi nelle strade, nei circoli anarchici e nelle parrocchie. Ovunque ci siano parole che aspettano solo di diventare storie per essere raccontate e per essere scambiate. Direttamente. Senza intermediari. Scegliendo i propri fornitori e i propri partner. Costruendo un nuovo mercato. Un mercato che sia di chi scrive, non di chi lo organizza. La conversazione e il workshop sono solo il primo passo per costruire laboratori di formazione e di scambio, quello che porterà al nuovo mondo dell’editoria e della cultura. 

Gino Roncaglia è ricercatore in Filosofia presso l’Università della Tuscia e da diversi anni divide i suoi interessi fra la storia della logica e i fenomeni dell’innovazione digitale applicata agli ebook. È autore de “La quarta rivoluzione”.

Mauro Sandrini è ingegnere e sociologo e si occupa dell’innovazione digitale da molti anni. È fondatore della Self Publishing School e autore del libro “Elogio degli e-book”. 

Per ulteriori informazioni contattare  Mauro Sandrini (mauro@selfpublishingschool.it).

Il Manifesto completo è disponibile al seguente link:
http://www.selfpublishingschool.it/it/scrivere-per-lavorare-lavorare-per-vivere.html

Tags: , , , ,

Trackback dal tuo sito.

Commenti (2)

Lascia un commento

Email
Print