readingroomBryantPark

Stati Uniti, la crescita degli ebook frena: solo +3,8%. Crollano gli ebook per bambini, -26,7% nel 2013.

Scritto da Redazione on . Postato in eReader, Libri, Tecnologie

In Italia si continua a utilizzare, con insistenza che farebbe invidia ai bolscevichi, il termine “rivoluzione” per indicare i movimenti nel mercato degli eBook, facendo spesso riferimento agli Stati Uniti come al modello che traccia la strada. La realtà dei dati suggerirebbe molta più prudenza.

I numeri sulle vendite degli eBook nel 2013, divulgati dall’Association of American Publishers qualche giorno fa, dicono infatti di una brusca frenata nella crescita dei libri digitali in quella che di solito chiamiamo America: appena il 3,8% in un anno, per un ricavo complessivo di 1,3 miliardi di dollari. Nel 2012 la crescita del mercato eBook era stata del 41% rispetto all’anno precedente. La frenata è brusca, perciò, seppur gli eBook rosicchiano ancora qualcosina in termini di quote di mercato e contano, a oggi, per il 27% del trade globale, contro il 23% circa dell’anno scorso. È significativo, tuttavia, il calo verticale della vendita di eBook per l’infanzia: -26,7% rispetto al 2012, che era stato l’anno degli Hunger Games capaci di trascinare entusiasmi e vendite fra i più giovani. In termini assoluti, gli eBook per ragazzi nel 2013 hanno venduto per 170,5 milioni di dollari. Nel 2012 le vendite contavano 232,5 milioni, mentre nel 2011 erano inferiori: 105 milioni circa. Ne emerge un quadro tutt’altro che lineare: il mercato degli eBook per giovani non è gradualmente in ascesa negli USA, e come l’intero mercato dei libri anch’esso risente dell’impulso dei fenomeni letterari del momento.

Crescita più graduale, invece, comunque sia contenuta e ragionevole – apostolica, diremmo, più che rivoluzionaria – per l’editoria religiosa a stelle e strisce: gli eBook vendono il 10% in più rispetto al 2012, con un mercato complessivo pari a 63,6 milioni di dollari e l’11% delle vendite dell’intera editoria religiosa. Un aumento del 10% rispetto al 2012.

L’associazione degli editori USA ha anche divulgato i dati sulla crescita dei libri cartacei hardback, pari a un +9,7% (per un totale di 1,5 miliardi di dollari) e di un calo quasi speculare delle edizioni paperback, le cui vendite sono scese del 9,3% (1,36 miliardi di dollari) nel 2013. Prosegue l’ascesa anche del mercato degli audiolibri, del 18,6% (131,6 milioni di dollari).

Come sempre, occorre specificare che tutti questi dati non tengono conto di Amazon, il colosso del mercato dei libri che si ostina a non divulgare i propri dati di vendita. Sono considerati però dall’AAP rappresentativi dell’industria nel suo complesso.

Nella foto la Reading Room di Bryant Park, New York.

Bundles_468x60

Tags: , , ,

Trackback dal tuo sito.

Commenti (1)

Lascia un commento

Email
Print