800px-Sede_rai_riflesso_mole

Salone Libro Torino, Franceschini contro le TV. “Danni alla lettura”. “E allora Masterpiece?”

Scritto da Redazione on . Postato in Eventi, Fiere e rassegne, Politica

Il ministro della Cultura Dario Franceschini all’inaugurazione del Salone del Libro di Torino 2014 si schiera contro i danni che le televisioni avrebbero fatto alla lettura.

Ecco (in color marrone) il testo del comunicato stampa giunto dal Mibact:

Franceschini, le TV risarciscano la lettura, da anni la danneggiano, ora la promuovano.

“Tutte le tv, da Rai a Mediaset e Sky, le pubbliche e le private, hanno fatto tanti danni in questi anni alla lettura che adesso devono risarcire. Come? Facendo più  trasmissioni che presentino libri, facendo pubblicità alla lettura”. Lo ha detto il ministro Dario Franceschini all’inaugurazione del Salone del Libro di Torino. “I personaggi della fiction italiana – ha spiegato Franceschini – fanno di tutto, ma non ce n’è mai uno che abbia un libro in mano. Dovete risarcire il danno che avete fatto. Fate tutto ciò che serve per aiutare la lettura”. E all’annuncio che verranno proposte, tra un convegno e all’altro del Salone, pillole sul peggio della tv spazzatura, il ministro ha detto: “Chiedo alle tv italiane di mandarle in onda gratuitamente anche se non le ho viste”. (Fonte: ANSA)

Al ministro hanno risposto piccati tanto Sky quanto la Rai, in alcune note: qui quella della Rai, qui invece quella di Sky in un articolo di Repubblica. Le risposte si somigliano fra loro: “Facciamo tanto per promuovere la lettura”, replicano da Viale Mazzini e da Sky. E via con l’elenco dei programmi, da “Bookshow” sulla rete privata, fino al recentissimo e strombazzato “Masterpiece” su Rai3. Che dire? La querelle è inutile e noiosa, e ci spiega in fondo alcune cose molto semplici: a) Il ministro Franceschini fa parte di quel 99,99% di italiani che non ha visto Masterpiece in TV. b) Che il libro è una nicchia in TV, pure molto piccola, perché sta diventando sempre più nicchia di mercato complessivamente c) Che il Salone del Libro è una vetrina pubblicitaria per le solite cose e per le solite polemiche.

La domanda più interessante ora è: ma Nikola Savic vincitore di Masterpiece, quante copie ha venduto finora del suo attesissimo “Una vita migliore”? In classifica, per il momento, non se ne vede l’ombra (nella foto, in compenso, il riflesso della Mole).

Tags: , , , , ,

Trackback dal tuo sito.

Commenti (1)

Lascia un commento

Email
Print