Stefano Mauri presidente e Amministratore delegato gruppo GeMS

Gruppo Mauri-Spagnol, nel 2014 si torna a crescere: +5,8% complessivo e +48% nel mercato ebook

Scritto da Redazione on . Postato in Editori, Librerie

Dopo i dati AIE per il 2014 pubblicati questa mattina, è la volta del Gruppo Mauri Spagnol che per il 2014 segna un'inversione di tendenza e riprende a crescere: +5,8% l'incremento complessivo della vendita al pubblico finale.

Dal comunicato stampa dell’azienda (il testo del comunicato è riportato in blu):

“In un anno nel quale il mercato del libro della varia, digitale e non, sembra tendere al pareggio con l’anno precedente ponendo fine ad un calo che durava da tre anni, il Gruppo editoriale Mauri Spagnol riprende a crescere (+4,4% in libreria e +14,2% in grande distribuzione secondo Nielsen, +17% nell’e-commerce e +48% nel mercato e-book secondo i dati interni) per una crescita complessiva ponderata del sell-out del 5,8%. Il sell-out, cioè la vendita al pubblico finale è passato da 120 a 127 milioni a valore di copertina.

Con 15 milioni di copie vendute tra libri e e-book si conferma il terzo gruppo editoriale librario ed il gruppo con il maggior tasso di crescita tra i primi quattro stando ai dati Nielsen. Tra gli autori più venduti Massimo Gramellini e Chiara Gamberale, Wilbur Smith, Donato Carrisi, Luis Sepulveda, Albert Espinosa, Jamie McGuire, Clara Sanchez, Glenn Cooper, Andrea Vitali e, anticipando i temi di questi giorni, Tiziano Terzani e Malala Yousafzai.

A ottobre il gruppo ha festeggiato anche due premi Nobel: per la letteratura a Patrick Modiano, del quale Guanda pubblica il capolavoro, Dora Bruder, e per la pace a Malala Yousafzai, il cui libro, Io sono Malala, è sempre più richiesto dalle scuole.

Il successo prosegue nel 2015. Tra le novità più vendute nell’ultima settimana Nella mente dell’ipnotista il thriller di Lars Kepler che ha dominato le classifiche svedesi e La tentazione di essere felici di Lorenzo Marone, che sta conquistando ogni giorno più lettori.”

Il gruppo GEMS (nella foto il Presidente e Amministratore delegato Stefano Mauri) fa registrare un incremento importante soprattutto nella GDO (complessivamente uno dei segmenti più in crisi dell’editoria libraria), all’interno del quale si attesta come secondo gruppo editoriale italiano dopo Mondadori, con un aumento delle vendite nel 2014 del 14,2% mentre la stessa Mondadori registra un calo del 19,1%, stando ai dati Nielsen rielaborati da GEMS. Sempre Mondadori scende del 4% nel canale librerie, catene e e-commerce, mentre GeMS complessivamente cresce del 4,4% (RCS dell’1,7%). Nel segmento Mondadori conserva, tuttavia, la principale quota di mercato (26,5%) seguita da RCS al 12,1, GeMS al 10,2% e Giunti al 5,5%.

Tags: , , , , ,

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

Email
Print