Lavoratori precari dell'editoria

Lavoro: la Rete dei redattori precari si riorganizza a Roma

Scritto da Redazione on . Postato in Editori, Lavoro, Penna e spada, Politica

La Rete dei redattori precari, realtà autorganizzata che negli ultimi anni ha condotto alcune importanti campagne contro lo sfruttamento dei lavoratori nel settore editoriale, si riorganizza nella città di Roma e invita tutti i lavoratori precari del settore a partecipare alle prossime iniziative. Pubblichiamo il loro comunicato per i media:

Lavoratori Carocci

Il Mulino, l’assemblea dei lavoratori approva il piano, sì al passaggio dei redattori a Edimill con clausole di solidarietà

Scritto da Redazione on . Postato in Editori, Lavoro, Penna e spada

I lavoratori della casa editrice bolognese Il Mulino hanno approvato l'accordo con l'azienda relativo al passaggio dei redattori alla nuova società Edimill, il service editoriale creato dal gruppo Edifin cui fanno capo la stessa Il Mulino e Carocci Editore, l'editrice romana di cui dieci lavoratori da gennaio sono in cassa integrazione a zero ore.
slc-cgil

CGIL, nasce la sezione Scrittori dalla confluenza dello storico Sindacato Nazionale Scrittori

Scritto da Redazione on . Postato in Autori, In evidenza, Lavoro, News, Traduttori e traduzioni

Lo storico Sindacato Nazionale Scrittori (fondato nel 1945 da Corrado Alvaro, fra gli altri, fin dal principio di concerto con la CGIL) si scioglie e confluisce nella CGIL - Sezione lavoratori della comunicazione (SLC-CGIL), come comunica il sindacato stesso. Dopo i traduttori, che già da qualche tempo con STRADE hanno firmato un protocollo d'intesa con SLC-CGIL sciogliendo la sezione Traduttori del SNS, ora anche gli scrittori decidono di riorganizzare il proprio assetto sindacale confluendo in un'entità più ampia. 

Lavoratori Carocci

Carocci Editore, i lavoratori: “Qui non c’è mai stato un piano commerciale”. I dipendenti in cassa integrazione già da un anno

Scritto da Redazione on . Postato in Editori, In evidenza, Lavoro, Penna e spada

"Da quando Il Mulino ha acquisito Carocci Editore nel 2009, questa azienda non ha mai avuto un vero piano commerciale. Qui a Roma non è mai esistita una figura di direttore commerciale, non c'è mai stato nessuno che si preoccupasse di gestire i rapporti con le librerie. Si è campato d'inerzia sperando che il prestigio acquisito negli anni continuasse a fruttare, forse, in ogni caso senza nessuna strategia adeguata da parte del gruppo. Per alcuni versi lo dimostra il fatto che l'azienda di promozione di proprietà del gruppo, Promedi, non si è mai più di tanto preoccupata in questi anni dei titoli realizzati qui a Roma, preferendo concentrarsi su quelli del Mulino. E oggi, 17 persone su 32 in azienda rischiano di rimanere disoccupate a breve."
disora

Voland, la crisi e i collaboratori non pagati. Di Sora: “La mia è una lotta per non chiudere”. Ma l’editoria è un cane che si morde la coda

Scritto da Redazione on . Postato in Editori, In evidenza, In redazione, Lavoro

Un redattore sollecita su Facebook a una casa editrice un pagamento, in ritardo di 13 mesi. L’editora della casa editrice risponde, in modo inopportuno, vanificando l’opera professionale e garbata svolta fino a quel momento dal suo social media manager.

Print

CCNL Grafici ed Editoriali, riprendono le contrattazioni. Strade: “Assistenza sanitaria integrativa ai collaboratori freelance”

Scritto da Redazione on . Postato in Editori, In evidenza, Lavoro, Penna e spada, Politica, Traduttori e traduzioni

Riprendono i negoziati fra sindacati e datori di lavoro per il rinnovo del contratto nazionale per Grafici ed Editoriali. Fra i tanti oggetti del contendere, la possibilità che gli editori coprano l’assistenza sanitaria integrativa non solo per i dipendenti ma anche per i collaboratori freelance (forza lavoro maggioritaria in editoria), dando vita a un precedente che secondo il sindacato dei traduttori editoriali Strade “farebbe la storia delle relazioni industriali in Italia”.

hugendubel-munich-59

Germania, accordo per il compenso minimo sulle traduzioni letterarie: 15€ a cartella più royalties obbligatorie

Scritto da Redazione on . Postato in Editori, In evidenza, Lavoro, Libri, Penna e spada, Traduttori e traduzioni

In Germania l’associazione dei traduttori letterari VdÜ ha raggiunto un accordo con un gruppo di editori (sei case editrici per il momento, fra cui in testa la Carl Hanser Verlag) per corrispondere ai traduttori letterari un compenso minimo.

escher

Blog sulle case editrici che pagano: ecco perché è una pessima idea

Scritto da Redazione on . Postato in Editori, Lavoro, Penna e spada

Corsivo – Alcuni traduttori editoriali hanno aperto nelle scorse ore un blog intitolato Editori che pagano, che al momento conta già decine di interventi di traduttori che indicano il nome delle case editrici che li hanno pagati nell’anno 2013, o nel biennio 2012-2013. Il blog nasce da un’idea di alcune traduttrici condivisa e messa in piedi su Facebook. Un’idea, secondo noi di Bibliocartina, pessima e controproducente, che rischia di ritorcersi contro le buone intenzioni di chi l’ha sviluppata. Ecco perché.