L'immagine di locandina del Salone del Libro 2017, realizzata da Gipi.

A Torino, il mondo del libro va incontro alla sfida: fare Salone, non più Salotto. Pensando ai lettori.

Scritto da Redazione on . Postato in Eventi, Fiere e rassegne, In evidenza

Oggi al Lingotto inizia il Salone del Libro di Torino. È l’edizione numero 30, ma è anche la numero 0, l’edizione della rinascita dopo la spaccatura dell’anno scorso che ha portato l’AIE, l’Associazione Italiana Editori, a fuoriuscire dalla Fondazione che controlla l’evento torinese.

Bundles_468x60
bobookfair

Bologna Children’s Book Fair, l’edizione 2015 chiude con +15% di visitatori. Crescono le presenze dall’estero

Scritto da Redazione on . Postato in Eventi, Fiere e rassegne

Soddisfazione per gli organizzatori della Bologna Children's Book Fair 2015, che chiude con un aumento delle presenze del 15% rispetto al 2014 e +10% di presenze estere. Un successo legato a doppio filo con il momento di crescita che, a dispetto della crisi generale del mercato editoriale, sta vivendo l'editoria italiana per ragazzi. 

logoBCBF

L’editoria italiana per ragazzi cresce, +5,7% il fatturato nel 2014. Da lunedì a Bologna arriva la Children’s Book Fair

Scritto da Redazione on . Postato in Eventi, Fiere e rassegne

Alla vigilia della Bologna Children’s Book Fair, una delle fiere dell’editoria per ragazzi più importanti del mondo, giungono dati significativi da questo segmento del mercato: il 2014 è stato un anno di crescita che ha fatto registrare un +5,7% di fatturato e un +2,7% di copie vendute. Ancora una volta in controtendenza rispetto al mercato editoriale nel suo assieme, in calo ormai da quattro anni consecutivi.

ioleggoperché

Nel 2014 persi più di 800mila lettori, l’AIE prova a recuperarli con la campagna #ioleggoperché. Funzionerà?

Scritto da Redazione on . Postato in Editori, Eventi, Fiere e rassegne, In evidenza

In Italia si sono persi 820mila lettori nell'ultimo anno, fra questi una quantità preoccupante di lettrici donne (-11,8%) e una percentuale inferiore di uomini (-4,9% ma erano già ai minimi termini, visto che il 65,5% dei maschi italiani con più di sei anni non prende mai in mano un libro). Per far fronte a un'emorragia di lettori talmente forte da non poter certo essere compensata dalla tenuta dei grandi e grandissimi lettori, l'Associazione Italiana Editori ha lanciato un'iniziativa che avrà culmine il 23 aprile prossimo, giornata mondiale del libro, e si intitolerà #ioleggoperché. Con l'hashtag, giacché pare che #unlibroèunlibro abbia portato bene. 

Più libri più liberi Roma

Meno pubblico e più vendite, dopo Più libri più liberi gli editori medio-piccoli pensano al futuro. E a Milano arriva BookPride

Scritto da Redazione on . Postato in Autori, Editori, Eventi, Fiere e rassegne, In evidenza, Libri, News

La XIII edizione di Più libri più liberi si è chiusa con un afflusso di pubblico pari a 56mila visitatori, una cifra superiore all'edizione precedente (53mila) ma forse non così tanto quanto ci si sarebbe potuto attendere, visto che la Fiera quest'anno è durata un giorno in più.
Il manifesto ODEI

Joint Venture PDE/Messaggerie, Palombi (ODEI): “Soddisfatti per l’esito dell’istruttoria, abbiamo scongiurato un grosso pericolo”

Scritto da Redazione on . Postato in Altro, Editori, Eventi, Fiere e rassegne, In evidenza, Politica

"Siamo soddisfatti per l'esito dell'istruttoria dell'AGCM in merito alla joint venture PDE/Messaggerie", ha dichiarato Andrea Palombi, editore di Nutrimenti e membro del direttivo di ODEI - Osservatorio degli Editori Indipendenti - interpellato da Bibliocartina a Roma durante Più libri più liberi. 

Più-libri-più-liberi-2014

Più libri più liberi, i piccoli editori calano ma c’è una punta di diamante virtuosa. Exploit della letteratura per ragazzi

Scritto da Redazione on . Postato in Altro, Editori, Eventi, Fiere e rassegne

Segno meno per i piccoli editori nei primi dieci mesi del 2014, con performance sostanzialmente in linea con il resto del mercato. Questo quanto emerge dall’indagine condotta da Nielsen e presentata a Più libri più liberi - la Fiera nazionale della piccola e media editoria che apre oggi a Roma – che per la prima volta allarga la tradizionale indagine condotta sulle piccole case editrici presenti alla manifestazione romana a tutti i 5.663 marchi di editori che hanno un venduto nei canali trade libri per un valore non superiore a 10milioni di euro.
Antonio Monaco

Piccola e media editoria, intervista ad Antonio Monaco (AIE): “In corso un terremoto. Entro il 2015 perderemo il 50% degli addetti” (I)

Scritto da Redazione on . Postato in Altro, Editori, Eventi, Fiere e rassegne, In evidenza, Politica

La piccola e media editoria italiana si sta decimando. Il comparto perde non soltanto il 10,9% del valore nell’intervallo 2012-2013, ma il 21,5% degli addetti contrattualizzati (1.500 persone circa) e “le previsioni sono che entro il 2015 la forza lavoro del comparto si ridurrà del 50% almeno”, come ha dichiarato a Bibliocartina Antonio Monaco (Edizioni Sonda), presidente del gruppo Piccoli editori dell’AIE, nel corso di una lunga e articolata intervista telefonica che pubblichiamo in più parti.

fieradellibropiulibripiuliberi

Più libri più liberi, ok all’accredito professionale per gli autori, gli illustratori e i traduttori

Scritto da Redazione on . Postato in Autori, Editori, Eventi, Fiere e rassegne, Traduttori e traduzioni

Gli autori, i traduttori e le altre categorie precedentemente escluse potranno godere di accredito professionale alla fiera della piccola e media editoria di Roma “Più libri più liberi”, hanno confermato a Bibliocartina fonti interne all’0rganizzazione.

polillo_marco_fi--400x300

Mercato del libro nel 2014: si compra soprattutto nelle librerie di catena. L’online cresce poco, giù le indipendenti

Scritto da Redazione on . Postato in Editori, Eventi, Fiere e rassegne, In evidenza, Librerie, Libri, News

Nei primi mesi del 2014 gli italiani che hanno acquistato libri l’hanno fatto soprattutto nelle librerie di catena, che coprono il 43,5% delle vendite complessive. Scendono sia le librerie indipendenti, che rappresentano il 34,9% del mercato, e cresce molto meno del previsto il canale online (quota 6,6%). Sempre considerando che i volumi di vendita di Amazon sono secretati.